fbpx

Tutti i bonus con ISEE inferiore ai 20000 euro

 

Vediamo quali sono tutti i bonus attivi per tutto il 2023 di cui potranno beneficiare famiglie e singole persone con Isee inferiore ai 20 mila euro:

  • Bonus prima casa under 36;
  • Bonus psicologo;
  • Bonus nido;
  • Bonus trasporti.

Bonus prima casa under 36

Il bonus prima casa under 36 era stato introdotto dal Decreto Sostegni-bis 73/2021 ed era entrato in vigore a partire dal 26 maggio 2021. L’agevolazione è stata prorogata per tutto il 2023.

L’agevolazione consiste nell’esenzione delle imposte ipotecarie e catastali, oltre che nella maggiore facilità della possibilità di accedere al Fondo di Garanzia per la prima casa. La misura è applicata a qualunque tipologia di immobile purchè si tratti di ‘prima casa’, ed è estesa anche alle pertinenze come box e cantina.

Il bonus si rivolge a coloro con un’età inferiore ai 36 anni, nati quindi dal 1987, e richiede il possesso di un Isee in corso di validità non superiore ai 40 mila euro.

Va anche precisato che l’acquisto della prima casa da parte degli under 36 sarà anche esente dall’imposta di bollo, come per gli altri atti di acquisto assoggettati all’imposta proporzionale.

Bonus psicologo

Tra gli ulteriori bonus fruibili con una soglia Isee di 20 mila euro troviamo anche il bonus psicologo.

Introdotto inizialmente in via straordinaria durante il periodo pandemico è stato confermato poi in maniera strutturale dalla legge di bilancio 2023. Sarà quindi possibile usufruirne per tutto il 2023, potendo godere di un importo ampliato da 600 a 1.500 euro.

Il contributo in questione va a sostenere chi ha la necessità di seguire un percorso di sostegno psicologico, ed è rivolto ad un’amplia platea di possibili beneficiari, fissando il tetto Isee a 50 mila euro.

Il sostegno verrà erogato tramite presentazione di apposita richiesta sul sito Inps.

Le domande per il contributo per l’anno in corso, non sono state ancora attivate.

Bonus asilo nido

Un altro bonus da tenere presente è il bonus asilo nido. Tutti i dettagli di questa misura li troviamo specificati nel messaggio n. 889 del 2 marzo 2023, il quale fa riferimento alla legge 27 dicembre 2019, n. 160. Come si apprende la normativa ha incrementato, a decorrere dall’anno 2020, l’importo del contributo asilo nido calcolato in base all’indicatore della situazione economica equivalente del minore presente in domanda (ISEE minorenni) in corso di validità.

Pertanto, soffermandoci al limite Isee entro i 25 mila euro, è prevista la corresponsione di un contributo massimo di 3.000 euro (suddiviso in dieci rate da 272,73 euro e una da 272,70 euro). L’entità dell’importo diminuisce man mano che sale il valore Isee al di sopra del tetto indicato.

Bonus trasporti

Un bonus molto amato dagli italiani è il bonus trasporti. Si tratta di uno sconto fino a 60 euro spendibile per l’acquisto di abbonamenti mensili, validi per più mesi, o annuali, per mezzi pubblici come treno, bus e metropolitana.

Il bonus può essere richiesto tramite l’apposita piattaforma messa a disposizione dal Ministero dei Trasporti, premurandosi di scorrere la lista dei gestori dei mezzi per poter richiedere l’agevolazione in oggetto.

Il contributo può essere richiesto da persone fisiche con un reddito entro i 20 mila euro (la soglia infatti era stata ridotta dal Governo Meloni rispetto ai precedenti 35 mila euro).

Dopo il breve periodo di sospensione si potrà tornare a richiederlo a partire dalle ore 8 del 1° ottobre 2023, che già si prevede essere un ‘click day’ vista l’ampia richiesta registratasi anche i mesi scorsi.

Altre agevolazioni con Isee sotto i 20.000 euro

Oltre ai bonus elencati esistono anche altre agevolazioni di cui poter godere sempre nel limite Isee di 20 mila euro.

In ambito scolastico e universitario ad esempio questo tetto permette di poter ottenere un’esenzione o comunque una riduzione sulle tasse. Da un lato abbiamo quindi il decreto del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca n. 370 del 2019 che ha previsto l’esonero totale del pagamento delle tasse scolastiche per gli studenti del quarto e quinto anno di scuola secondaria di II grado (superiori) che fanno parte di un nucleo familiare con Isee di 20.000 euro. Dall’altro con Isee fino a 20.000 euro si rientra anche nella no tax area per l’Università, ossia la soglia entro cui è possibile non pagare le tasse altrimenti previste.

Per i nuclei numerosi poi sono estesi bonus che, per le famiglie più piccole, sarebbero previsti con un limite Isee più basso. Ad esempio pensiamo al bonus sociale per ricevere agevolazioni sulle bollette di luce e gas. Mentre per un nucleo familiare formato con un numero massimo di 3 figli a carico, il limite Isee è fissato a 15 mila euro, per le famiglie con 4 o più figli a carico, il limite Isee per poter godere dell’agevolazione è fissato a 30 mila.

 

Alessio Cecera


Per ricevere la mia newsletter clicca qui sotto

Abbonamento METREBUS a 50 euro per under 19

 

Da domani 7 settembre 2023 i giovani fino ai 19 anni possono acquistare l’Abbonamento Annuale METREBUS a 50 euro.                                                              

I ragazzi potranno accedere all’agevolazione tramite il sito www.atac.roma.it nella sezione MyAtac (autonomamente se maggiorenni o attraverso i propri genitori/tutori se minorenni).

 

Alessio Cecera


Per ricevere la mia newsletter clicca qui sotto

 

Buoni libri scolastici 2023

 

Buoni libro per l’anno scolastico 2023/24

 

Quando richiederlo
Fino al 2 ottobre sarà possibile richiedere on Line i buoni libro

 

Chi può richiederlo
tutti gli studenti iscritti agli istituti di istruzione secondaria di primo e secondo e ai percorsi di istruzione e formazione professionale

 

Requisiti
ISEE familiare non superiore a 15.493,71 euro


 
Dove utilizzarli
I buoni potranno essere spesi nelle librerie convenzionate con Roma Capitale e riguardano, oltre ai libri di testo cartacei o digitali, anche l’acquisto di dizionari e libri di narrativa, sussidi digitali, notebook, tablet, software, usb e stampanti


 
Come richiederli
On Line cliccando qui https://www.comune.roma.it/web/it/scheda-servizi.page?contentId=INF81213&stem=diritto_allo_studio

 

 

 

Alessio Cecera


Per ricevere la mia newsletter clicca qui sotto

 

Il comune di Roma rende “trasformabili” altri 17 piani di zona

 

Il 7 giugno l’assemblea capitolina ha ratificato una importantissima delibera di Giunta presentata dall’Assessore Veloccia a dicembre 2022, che rende trasformabili altri 17 piani di zona dove vivono 60.000 famiglie.

I piani di zona interessati sono:

Lunghezzina 1

Lunghezza

Malafede

Romanina

Spinaceto 2

Settecamini

Casal Bianco

Muratella

Casal Fattoria

Casale Nei

Pisana Vignaccia

Madonnetta II

Tor Pagnotta

Torresina 2

Castelverde

Via Ponderano

Pian Saccoccia

Rocca Fiorita

 

Perché questa delibera è importante: negli ultimi vent'anni Roma Capitale è riuscita a renderne trasformabili solo 14 Piani di Zona: Acilia, Casal Boccone , Casale del Castellaccio, Casilino, Dragoncello, Laurentino, Palocco, Serpentara II, Spinaceto, Tor De Cenci, Torraccia, Torresina, Torrevecchia II, Val Melaina.

Con la delibera del 7 giugno 2023, i piani di zona “trasformabili” diventano in totale 31.

Per facilitare la richiesta di trasformazione Roma Capitale ha istituito il sistema informatico affrancazioni e trasformazioni, il SIAT snellendo le procedure.

Una volta trasformato l’immobile, per poterlo vendere i cittadini devono completare l’iter presentando la domanda di affrancazione dal prezzo massimo di cessione.

 

Affrancazione e trasformazione nei piani di zona: cosa vogliono dire e differenze

 

Affrancazione (dal prezzo massimo di cessione)

Con l“affrancazione” si richiede al Comune di rimuovere il vincolo di prezzo massimo di cessione dell’immobile. 

Il prezzo di un immobile realizzato in un piano di zona viene sostenuto in parte con i fondi privati dei costruttori e in parte con i fondi pubblici. I fondi pubblici concorrono a comperare le aree su cui si costruisce un piano di zona e in parte per contribuire al costo di costruzione nella misura del 30% circa di media.

Per questa ragione il comune applica ai proprietari il vincolo di prezzo massimo di cessione.

Impedisce cioè la vendita a prezzo di mercato di un bene realizzato in parte con fondi pubblici.

Chi vuole vendere a prezzo di mercato deve per l’appunto “affrancarsi dal prezzo massimo di cessione” liquidando in quota parte la parte del contributo pubblico al comune, A quel punto l0immobile affrancato dal contributo pubblico, può essere venduto al prezzo di mercato dal proprietario.

L’affrancazione dunque, è bene ricordarlo, rimuove il vincolo di prezzo massimo, ma non comporta alcun cambiamento sul titolo della proprietà (il titolare di diritto di superficie potrà vendere a prezzo di mercato il suo diritto di superficie, e non acquista comunque la proprietà).

 

La trasformazione (da diritto di superfice a diritto di proprietà)

Con la procedura della “trasformazione” i cittadini che abitano in un immobile del piano di zona in diritto di superficie (ovvero di cui non dispongono la piena proprietà ma solo il possesso per 99 anni) possono ottenere la piena proprietà degli immobili.

Per ottenerlo devono richiedere al comune di poter trasformare il titolo di superficie in piena proprietà. In pratica i proprietari non dovranno più riconsegnare l’immobile a Roma Capitale al 99 esimo anno dalla stipula della Convenzione ma avendolo trasformato possono venderlo e darlo in successione.

Tale procedura richiede il pagamento di un importo che viene determinato dall’amministrazione capitolina.

 

L'elenco completo dei Piani di Zona di Roma (I - II PEEP e PEEP di completamento)

I PEEP

 II PEEP

 Manovra completam. II PEEP

 01 Castel Giubileo

 B23 Cecchina

 B58 Cinquina 1 (da stralciare) 

 02 Fidene I

 C14 Casal Boccone

 B59 Cinquina 2 

 03 Fidene 2

 C22 Casale Nei

 

 04 Serpentara I

 

 

 05 Serpentara II

 

 

 06 Val Melaina

 

 

 07 Vigne Nuove

 

 

 01V Cinquina

 

 


Municipio IV

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 10-11 Casal dei Pazzi – Nomentano

 B41 Settecamini Casal Bianco

 B70 Casal Monastero 4

 12 Rebibbia

 C1 Torraccia

 C34 Casal Monastero 2

 13 Pietralata

 C26 Via di Tor Cervara

 

 14 Tiburtino Nord

 D1 Casal Monastero

 

 15 Tiburtino Sud

 

 

 15bis Tiburtino III

 

 

 02V San Basilio

 

 

 03V Settecamini

 

 

 04V Casale Caletto

 

 


Municipio V

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 16 La Rustica

 A3 Vigne Alessandrine

 A8 Casilino

 16a La Rustica

 B34 Casale Rosso

 B68 Tor Tre Teste

 19 Tor Sapienza

 B46 Casale Rosso 2

 

 23 Casilino

 C24 Via Longoni

 

 81 Quarticciolo

 

 

 6V Villa Certosa

 

 


Municipio VI

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 20 Ponte di Nona

 B4 Castelverde

 B64 Casale Cesaroni

 22 Tor Bella Monaca

 B5 Rocca Fiorita

 D9 Borghesiana

 25 Fontana Candida

 C2 Lunghezza

 D10 Monte Michelangelo 2

 27 Giardinetti

 C19 Lunghezzina

 D11 Grotte Celoni

 28 Torre Maura

 C21 Lunghezzina 2

 D12 Lunghezzina Castelverde

 29 Torre Spaccata Est

 C25 Borghesiana Pantano

 

 30 Torre Spaccata Ovest

 

 


Municipio VII

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 18 Arco di Travertino

 A4 Tuscolano (non attuato)

 A11 Via Lucrezia Romana

 31 Osteria del Curato I

 B37 Anagnina 2

 

 33 Cecafumo

 B45 Anagnina 1

 

 34 Cinecittà

 D3 Tor Vergata

 

 35 Quarto Miglio

 D5 Romanina

 

 

 D6 Osteria Del Curato 2

 

 

 D8 Tor Vergata 2

 


Municipio VIII

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 39 Grottaperfetta

 

 

 
Municipio IX

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 37 Ferratella

 A5 Spinaceto 2

 C28 Cecchignola nord

 38 Laurentino

 B7 Trigoria I-III

 C29 La Mandriola (da stralciare)

 40 Vigna Murata

 B54 Trigoria IV – Via Trandafilo

 C30 Tenuta Vallerano

 46 Spinaceto

 C5 Cecchignola Sud

 C31 Villa Balbotti

 47-48 Tor de’ Cenci

 C6 Tor Pagnotta

 C32 Fosso di Santa Palomba bis

 12V Acqua Acetosa

 C8 Casal Brunori

 

 

 C20 Casal Fattoria

 

 

 D4 Casale del Castellaccio

 


Municipio X

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 53 Palocco

 B8 Madonnetta

 A9 Casette Pater 4

 55 Ostia Lido Nord

 B29 Madonnetta II

 A10 Dragoncello 2

 79 Acilia Casette Pater

 B36 Acilia Saline

 B55 Riserva Verde A (da stralciare)

 82 Casette Pater II

 B42 Stagni di Ostia

 B57 Acilia Madonnetta

 10V Acilia

 B43 Borghetto dei Pescatori

 B60 Infernetto nord

 11V Dragoncello

 C10 Malafede

 B65 Infernetto ovest

 

 

 B66 Infernetto est


Municipio XI

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 59 Colli Portuensi Sud

 B38 Muratella

 B69 Monte Stallonara 2

 60 Colli Portuensi Nord

 B39 Ponte Galeria

 

 61 Corviale

 B40 Piana del Sole

 

 14V Portuense

 B50 Monte Stallonara

 


Municipio XII

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 15V La Pisana

 C23 Pisana Vignaccia

 

 

 B25 Massimina

 

 

 B35 Massimina Villa Paradiso

 


Municipio XIII

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 65 Pineto

 

 C33 Maglianella

 74 Torrevecchia

 

 

 80 Torrevecchia II

 

 


Municipio XIV

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 67 Acqua Traversa Sud

 B16 Selva Nera

 B61 Tragliatella 2

 68-69 Primavalle

 B32 Torresina

 B62 Tragliatella 3

 70 Cortina d’Ampezzo

 B33 Quartaccio 2

 B63 Pian Saccoccia 2

 71 Santa Maria della Pietà

 B44 Torresina 2

 B67 Pian Saccoccia sud

 72 Ottavia Nord

 B47 La Storta Stazione

 B71 Cerquette

 83 La Lucchina

 B48 Colle Fiorito

 

 13V Quartaccio 1

 B49 Pian Saccoccia

 

 

 B51 Via Ponderano

 

 

 B52 Palmarolina (non attuato)

 


Municipio XV

 I PEEP 

 II PEEP 

 Manovra completam. II PEEP

 09 Prima Porta

 B20 Cesano

 

 

 B24 Cerquetta

 

 

Alessio Cecera


Per ricevere la mia newsletter clicca qui sotto

 

 

Bonus Tende da Sole e Zanzariere: come funzionano

 

Il bonus tende e il bonus zanzariere è stato esteso a tutto il 2024. Nel dettaglio tutte le informazioni utili da sapere per poterne beneficiare.

Il bonus tende da sole è un'agevolazione fiscale che riguarda l'acquisto e l'installazione di schermature solari o chiusure tecniche mobili oscuranti.

Questo bonus mira a promuovere il miglioramento energetico degli immobili e offre la possibilità di ottenere una detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute.

È importante notare che non è necessario acquistare nuovi infissi per poter beneficiare di questa agevolazione. Il bonus può essere richiesto anche per l'installazione di tende da sole in immobili diversi, a condizione che tutti gli immobili siano di proprietà della stessa persona.

Ecco i punti chiave da tenere presente riguardo al bonus tende da sole:

 

Detrazione fiscale: La detrazione ammonta al 50% delle spese totali sostenute.

  • Limiti di spesa: Il massimo importo detraibile è di 60.000 euro per singola unità immobiliare.
  • Applicazione del bonus: Il bonus può essere utilizzato per la ristrutturazione di più immobili appartenenti allo stesso proprietario, anche se non si tratta dello stesso edificio.
  • Requisiti tecnici: Le schermature solari devono essere installate in modo solidale con l'involucro edilizio, a protezione di superfici vetrate e orientate da est a ovest passando per sud. Sono escluse le direzioni nord, nord-est e nord-ovest.
  • Beneficiari: Possono richiedere il bonus i proprietari di singole unità immobiliari residenziali, i condomini che possiedono parti comuni di edifici residenziali e coloro che sostengono le spese di riqualificazione energetica.
  • Tipologie di schermature solari detraibili: Sono detraibili tende da sole, tende per lucernari, tende per serre, tende a bracci, tende per facciate, tende a veranda, tende a pergola, cappottine, schermi solari mobili, veneziane esterne, frangisole, chiusure oscuranti, persiane, scuri, tapparelle e tende interne.

 

Per poter beneficiare del bonus, è necessario rispettare le norme vigenti in materia di urbanistica ed edilizia, nonché le regole di risparmio energetico e sicurezza.

I pagamenti devono essere effettuati tramite bonifico parlante, postale o bancario, e tutti i documenti relativi alle spese sostenute devono essere conservati.

Per presentare la richiesta di accesso al bonus, è necessario inviare la comunicazione all'ENEA entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori o dal collaudo degli stessi.

I documenti da conservare includono fatture, ricevute di pagamento, schede tecniche delle installazioni e la documentazione inviata all'ENEA.

Importante da sapere: anche le zanzariere possono beneficiare di contributi come le Tende. I requisiti che servono soddisfare per la detraibilità sono i seguenti:

Fattore di trasmissione solare totale: Devono avere un valore inferiore o uguale a 0,35, collegato con la superficie vetrata protetta, con riferimento al vetro di tipo C secondo la norma UNI EN 14501.

Questo parametro è essenziale poiché solo le zanzariere con tale caratteristica possono svolgere la funzione di oscurante, contribuendo a ridurre l'insolazione nelle stanze.

Dichiarazione di prestazione (DOP): Devono essere corredate dalla Dichiarazione di prestazione, che attesta la destinazione d'uso e le caratteristiche prestazionali delle zanzariere.

Come per il bonus tende da sole, anche per le zanzariere il limite massimo di spesa detraibile è di 60.000 euro. Questo significa che, installando zanzariere adeguate, potrete mantenere gli ambienti freschi per un periodo più lungo, riducendo il consumo di condizionatori e ottenendo un notevole risparmio sulle bollette.

Ricapitolando, le zanzariere detraibili devono essere:

 

  • Installate per proteggere una superficie vetrata
  • Non montabili o smontabili liberamente dall'utente
  • Regolabili
  • Classificate come "tecniche" e dotate di marcatura CE

 

Per richiedere il bonus, avrete diverse opzioni a disposizione:

 

  • Detrazione Irpef in 10 anni: Potrete ottenere la detrazione fiscale in 10 anni, con pagamento a rate
  • Sconto in fattura: Potrete usufruire di uno sconto diretto sul costo delle zanzariere, applicato direttamente in fattura
  • Cessione del credito d'imposta: Avrete la possibilità di cedere il credito d'imposta a un soggetto terzo, che potrà utilizzarlo per compensare le proprie imposte

Sfruttare il bonus per le zanzariere vi permetterà di migliorare il comfort delle vostre abitazioni, proteggendole dagli insetti indesiderati e riducendo l'esposizione al calore esterno.

Ricordate di conservare tutte le documentazioni relative alle spese sostenute e di rispettare le norme vigenti per poter beneficiare dell'incentivo.

Per ulteriori informazioni e per avviare la procedura di richiesta del bonus, vi consigliamo di rivolgervi ai professionisti del settore o consultare il sito ufficiale dell'ENEA.

Restate aggiornati con le nostre newsletter per scoprire ulteriori agevolazioni fiscali e novità.

 

Alessio Cecera


Per ricevere la mia newsletter clicca qui sotto

Questo sito fa utilizzo di Cookies, continuando la navigazione li accetti.